Blog Details

Dove e come posizionare gli specchi in uno chalet di montagna?

Posizionare gli specchi in uno chalet di montagna non è un’operazione casuale, ma frutto di considerazioni attente che tengono conto di volumi, distanze, destinazione d’uso degli spazi e stile dell’interior design. In questo senso, lo staff di specialisti di Design Alpino è a tua completa disposizione per definire insieme a te un progetto completo che esalti al meglio l’unicità e il calore del tuo chalet, a partire dalla scelta dei materiali fino a quella degli arredi e dei complementi, per arrivare infine alla collocazione dei diversi elementi all’interno negli ambienti.

Tornando tuttavia al tema di questo articolo, esistono senza dubbio alcune strategie che permettono di posizionare gli specchi in uno chalet di montagna in modo intelligente e capace di incrementare l’estetica degli ambienti domestici.

Vediamoli insieme!

Prima della collocazione viene la scelta

Prima di collocare lo specchio, questo elemento dovrà essere scelto con cura per accordarsi al meglio allo stile, ai colori e ai materiali che caratterizzano l’interior design del tuo chalet di montagna.

Piccolo o grande, appeso o freestanding, rotondo, quadrato o di forma originalissima, privo di cornice oppure caratterizzato dalla coesistenza di superfici specchianti e materiali caldi e materici come il legno o il metallo trattato: quale che sia la tua decisione, ricorda di tenere in considerazione fattori come la dimensione e la forma prima di procedere all’acquisto. E non sottovalutare il supporto di uno specialista che saprà indirizzarti verso la soluzione più adeguata ai tuoi spazi.

Obiettivo profondità

Se il tuo chalet di montagna è caratterizzato da uno o più ambienti di dimensioni limitate, e che potrebbero beneficiare di un senso di profondità aggiuntiva, collocare lo specchio all’interno di essi potrebbe rivelarsi una decisione molto saggia.

A prescindere che la stanza in questione sia un salotto, un ingresso o una camera da letto, quando collocato sulla parete più corta lo specchio contribuirà a offrire una sensazione di maggiore respiro e luminosità all’intero spazio, specialmente se le due dimensioni sono proporzionate a quelle della superficie su cui sarà applicato: evita specchi troppo piccoli!

Geometrie che seducono

Per l’arredamento della tua casa di montagna, potrai scegliere di sfruttare un’intera parete per abbinare specchi tra loro identici per dimensioni, collocandoli l’uno accanto all’altro e dando vita a una combinazione geometrica minimale e pulita.

In alternativa, potrai mescolare pezzi unici che si differenziano tra grandi e piccoli, o che offrono cornici di diverse venature di legno: in ogni caso, il filo conduttore dovrà essere sempre ben chiaro, e rappresentato ad esempio dalla forma o dal materiale delle cornici.

Quasi un soprammobile

Se sei un’amante dei mobili bassi, la tua casa di montagna potrebbe giovare di specchi di piccole dimensioni non appesi al muro ma appoggiati su madie e credenze, o addirittura sul caminetto, l’uno accanto all’altro, fino a formare composizioni omogenee o eterogenee. Il nostro consiglio è di considerare un minimo di tre specchi affiancati così da creare un gradevole senso di continuità.

Desideri una consulenza specializzata per l’arredamento del tuo chalet di montagna? Chiedila ai nostri specialisti!