Blog Details

Come riscaldare una casa in montagna

In una casa in montagna è indispensabile una fonte valida per il riscaldamento di stanze ed aree comuni. Le temperature in queste zone possono infatti scendere e divenire molto rigide non soltanto in inverno, ma anche in autunno e primavera e, se si parla di abitazioni poste ad altezze realmente molto elevate, addirittura in estate quando qualche giornata di maltempo potrebbe provocare abbassamenti repentini delle temperature.

Ma come riscaldare una casa in montagna senza ricorrere necessariamente al metano, ed evitando di conseguenza bollette salatissime?

Senza ombra di dubbio in una casa in montagna non può certo mancare un camino o una stufa, sicuramente elementi distintivi all’interno delle abitazioni poste in queste aree.

Nell’immaginario collettivo della casa o della baita montana l’arredamento in legno ed il fuoco scoppiettante del camino non mancano mai ma, al contrario, contribuiscono a creare attorno a questi ambienti un senso di accoglienza, magia e calore unici.

Il focolare acceso davanti ad una finestra che mostra la silhouette elegante delle montagne circostanti, immersi nella natura e coccolati da arredi prevalentemente in legno, tappeti e soffici coperte. Romanticismo ed al contempo calore, queste sono le sensazioni che trasmette un’immagine di questo tipo, certamente differente rispetto alle emozioni suscitate dai moderni e freddi appartamenti di città.

 

Qual è la soluzione perfetta per riscaldare una casa in montagna?

Pensare di predisporre un riscaldamento tradizionale con termosifoni o, se c’è la possibilità, a pavimento rappresenta sicuramente una scelta importantissima, che potrebbe tornar utile soprattutto per coloro che si recano nel periodo invernale nella loro casa di montagna solo per il week end.

Questa tipologia di riscaldamento risulterà particolarmente apprezzata nel tempo, in quanto, impostando correttamente gli orari di avvio direttamente da smartphone, per gli impianti più moderni, potrete giungere a destinazione trovando già la casa calda ad attendervi, fattore non certo trascurabile in montagna in inverno.

Al contrario se vivete in queste zone, oppure se desiderate arredare la vostra abitazione rispettando lo stile dell’ambiente circostante, non potranno mancare camini e stufe. Questi, in presenza di case molto piccole, potrebbero addirittura essere sufficientI per riscaldare l’intero ambiente.

 

Come riscaldare una casa in montagna con camini e stufe?

Esistono ormai in commercio una vasta gamma di soluzioni impiegabili per il riscaldamento.

  • Stufe a legna
  • Camini a legna
  • Camini elettrici
  • Camini a bioetanolo
  • Camini a gas

 

Ogni modello è pensato per andare ad integrarsi alla perfezione in tutti gli ambienti e per garantire la giusta dose di calore all’interno di ogni casa di montagna.

Inoltre, al di là della produzione di calore, stufe e camini sono considerabili come vera e propria filosofia di vita grazie al loro design ed all’atmosfera unica che riescono a creare, completando con estrema eleganza ogni casa montana.

Design Alpino: un valido aiuto per progettare il riscaldamento di una casa in montagna

La nostra realtà, da anni impegnata non soltanto nella vendita di prodotti ed accessori per l’arredamento e la realizzazione di case, è anche esperta nello studio di progetti e nella ristrutturazione di abitazioni montane.

Grazie alla nostra pluriennale esperienza nel settore, siamo quindi in grado di progettare impianti di riscaldamento idonei a case, appartamenti e baite di ogni dimensione, nonché proporre alla nostra clientela una selezione mirata di stufe, camini ed accessori che andranno a fornire un’ulteriore fonte di calore all’interno di ogni immobile.

Non soltanto elementi di estrema funzionalità, ma anche caratterizzati dal design unico ed inimitabile, perfetti per valorizzare ogni singola abitazione donandole un tocco di calore ed accoglienza unici che risulteranno sicuramente molto apprezzati.